Skip Navigation Links

RICHIESTA DI CHIARIMENTI E RICALCOLO DELLA BOLLETTA

INFORMAZIONI RELATIVE AGLI IMPORTI E AL CONTENUTO DELLA BOLLETTA


NOTA. Se la contestazione riguarda l'errata fatturazione della residenza o del numero dei componenti del nucleo familiare si prega di compilare le seguenti richieste dedicate:
LINK. Dichiarazione di residenza
LINK. Dichiarazione del numero di componenti del nucleo familiare
Invitiamo inoltre a visualizzare la Guida alla lettura della bolletta riportata al seguente link:
LINK. Guida alla lettura della bolletta
Per richiedere un duplicato della bolletta utilizzare la seguente richiesta:
LINK. Richiesta di invio copia bolletta

COMPILAZIONE DELLA RICHIESTA
Tipologia di richiesta:

DATI DEL CLIENTE
Nome:
Cognome o Ragione Sociale:
Codice utenteDove lo trovo?Il codice cliente si trova in alto a destra in bolletta:
Codice cliente
:
Numero fornituraDove lo trovo?Il codice della fornitura si trova nella sezione 'DATI FORNITURA E CONTRATTO' sul primo foglio della bolletta:
Codice fornitura e.e.
Codice fornitura gas
:

DATI DI CONTATTO
Indirizzo e-mail:
Numero di telefono / cellulare:
RICHIESTA:

ALTRE INFORMAZIONI (FACOLTATIVE)
Lettura del contatore:
Data di lettura del contatore:

INDICARE IBAN (NECESSARIO QUALORA LA PRESENTE RICHIESTA GENERASSE UN RIMBORSO)
IBAN:

ALLEGATI
Allegare il documento d'identità:
Allegare la foto del contatore:
Allegare la bolletta:
Allegare fattura dell'intervento di pulizia della vasca IMHOFFF:

 

 

 

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi del Regolamento Europeo 2016/679

Finalità del trattamento

I dati personali dell’Interessato saranno raccolti e trattati da Acque Veronesi S.c. a r.l., sede legale presso Lungadige Galtarossa 8, PIVA n. 03567090232, titolare del trattamento, tenendo conto di quanto già precisato nelle informative eventualmente rese in precedenza e anche sulla base delle dichiarazioni di volontà espresse, per la finalità di svolgere in modo adeguato la propria attività.

Informativa completa visionabile al seguente link

L’art. 75 del D.P.R 445/2000, -“Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” recita testualmente: “ 1.Fermo restando quanto previsto dall’art.76, qualora dal controllo di cui all’art.71 emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera”. L’art.76 del D.P.R 445/2000 – “Testo unico delle dispozioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” recita testualmente: 1. Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal presente testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. 2. L’esibizione di un atto contenente dati non piu’ rispondenti a verità equivale a uso di atto falso. 3. Le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli art.46 e 47 e le dichiarazioni rese per conto delle persone indicate nell’art.4, comma 2, sono considerate come fatte a pubblico ufficiale;